A arrivare a Napoli Capoluogo della Campania, Napoli affaccia

A Napoli la tradizione pasquale è
molto sentita e coinvolge anche i suoi visitatori. Nei sette giorni
che vanno dalla Domenica delle Palme al Lunedì Santo, la città
sembra ritrovare improvvisamente la sua anima religiosa che si
smarrisce nella vita di tutti i giorni.

Le rappresentazioni sacre della
Passione di Cristo a Procida e a Sorrento sono però solo il culmine
di una festa che si caratterizza anche per le gioie concesse al
palato. Nei mercatini rionali troverete tutta la ricchezza che questa
natura generosa riesce a offrire ai buongustai.

We Will Write a Custom Essay Specifically
For You For Only $13.90/page!


order now

Infine il clima mite, il mare azzurro
delle isole e la natura selvaggia incredibilmente nascosta nei boschi
al Vomero completerà lo stupore di chi vede per la prima volta
questa città straordinaria e accogliente.

Dove si trova e come
arrivare a Napoli

Capoluogo della Campania, Napoli
affaccia sull’omonimo golfo, alle pendici dal Vesuvio. La città
partenopea è circondata dalla penisola sorrentina a est, dai Campi
Flegrei col Monte di Procida a ovest, mentre a nord ovest-est è
delimitata dalla piana campana.

Grazie alla sua posizione centrale
rispetto alla penisola, Napoli è facilmente raggiungibile da ogni
parte d’Italia. Se atterrate all’aeroporto di Capodichino potrete
arrivare in città utilizzando la linea 3S che vi condurrà alla
Stazione Centrale di Piazza Garibaldi. Il treno parte ogni mezz’ora.

Una seconda opzione è costituita da
una linea di bus che da Capodichino arriva a Piazza Garibaldi e a
Piazza Municipio, nel cuore della città. Il bus parte ogni venti
minuti.

I viaggiatori in arrivo dal nord
possono percorrere in auto l’Autostrada del Sole, la Milano-Napoli.

Una volta oltrepassato il casello di Caserta Sud imboccate il
raccordo; in pochi minuti, se non c’è traffico, giungerete alle
uscite verso Napoli.

Se arrivate da sud l’autostrada
Salerno-Reggio Calabria vi condurrà all’incrocio che vi suggerirà
l’uscita Napoli Centro. L’altra direttrice da sud è la Bari-Napoli,
anche in questo caso, una volta raggiunto il raccordo, sarà
sufficiente seguire l’indicazione per le uscite verso Tangenziale o
Napoli Centro.

Napoli conta ben 3 stazioni. La
principale è la Stazione Centrale di Piazza Garibaldi. È
consigliata a chi è diretto al centro o al Molo Beverello per
raggiungere gli imbarchi per le isole. Dalla stazione di Mergellina
invece partono gli aliscafi per le isole, mentre Campi Flegrei è la
stazione più vicina allo Stadio San Paolo.

Che tempo fa a
Pasqua a NapoliNapoli vanta un clima mediterraneo,
temperato. I suoi cittadini godono di 250 giorni di sole durante
l’anno, anche se conformazione morfologica della città è causa
della presenza di differenti microclimi, con variazioni significative
in pochi chilometri. Nel periodo pasquale però, tra la fine del mese
di marzo e i primi giorni di aprile la temperatura media massima del
capoluogo partenopeo oscilla tra i 20 e i 23 gradi. Perché allora
non approfittare delle assolate e calde giornate pasquali per una
puntatina alla spiaggia? La Pasquetta al mare è una felice opzione,
specialmente se viaggiate con gli amici o portate con voi dei
bambini.Dove dormire a NapoliSe
siete giovani e avete voglia di vita notturna, il consiglio è di
soggiornare nei dintorni del porto e della zona universitaria.

Troverete locali, pub, discoteche e ristoranti anche economici con
vista sul mare. L’Hotel Nuvò, a due passi dal porto, è perfetto
come soluzione per chi ha voglia di uscire la sera e divertirsi senza
dover prendere i mezzi pubblici. Si tratta di un quattro stelle che
mette a disposizione dei clienti pernottamenti con colazione
abbondante. Il costo del parcheggio è irrisorio e il personale
gentilissimo. Prenotando direttamente alla reception potrete
usufruire di pacchetti e offerte vantaggiose.

Pernottando in un albergo sulle colline
di Posillipo e del Vomero godrete della parte più suggestiva della
città. Avrete la possibilità di svegliarvi e fare colazione
ammirando il panorama offerto dal Vesuvio e dal golfo di Napoli. È
la soluzione ideale per le coppie in cerca di giornate romantiche
anche a Pasqua. Il Vomero è sicuramente più economico di Posillipo.

L’hotel Week-end a Napoli ha un ottimo rapporto qualità prezzo. Si
trova in una posizione strategica grazie alla vicinanza a tutti i
principali collegamenti con il centro. L’hotel, a conduzione
familiare, offre camere ampie e arredate con gusto. C’è anche uno
splendido giardino dove poter fare un’abbondante e squisita
colazione.

Il centro storico di Napoli è perfetto
se viaggiate con bambini e non avete voglia di spostarvi troppo.

Sarete vicini a siti d’interesse come
il Maschio Angioino, Piazza del Plebiscito e il Teatro San Carlo.

Il Chiaja Hotel de Charme è a 3 minuti
da Piazza del Plebiscito. Siete nel cuore pulsante della città. In
questa struttura ogni stanza è diversa dall’altra. La colazione è
molto ricca e al pomeriggio i gestori offrono una degustazione dei
prodotti della gastronomia partenopea. È ideale per chi viaggia con
bambini piccoli grazie alla pazienza e gentilezza del personale.

Eventi di Pasqua a Napoli

La religiosità popolare, durante la
Settimana Santa, trasforma Napoli in un grande teatro dove vanno in
scena sia processioni sia rappresentazioni della passione di
Gesù.La Via Crucis di Somma Vesuviana si tiene la sera del
Venerdì di Pasqua. È una celebrazione che conta quattrocento anni
di storia. Un lungo corteo segue le effigi del Cristo morto e della
Madonna. Sono centinaia di figuranti che prendono parte alla
rappresentazione che si snoda lungo le mura perimetrali del Castello
di Acerra.

Vale la pena fare un salto a Procida
per assistere ad una delle processioni più affascinanti dell’intera
Campania. Lo scenario dell’isola fa da cornice ad una
rappresentazione nata nel ‘600 grazie alla Congrega dei Turchini.
L’evento nel corso degli anni si è arricchito e rinnovato, ma è
vissuto sempre con la stessa partecipazione da parte degli abitanti
di Procida. L’isola si mobilita nella preparazione dei “misteri”,
i carri che rappresentano, attraverso l’iconografia sacra, la vita di
Cristo.

Dal sacro al profano. Ogni anno nel
periodo della Settimana Santa viene allestita la La Fiera di Pasqua.

È una tradizione molto amata perché offre la possibilità a
cittadini e viaggiatori di acquistare oggetti di artigianato locale e
prodotti enogastronomici. Ogni quartiere a Napoli ha il suo spazio e
il suo mercatino. Ovunque alloggiate avrete la possibilità di
trovare le bancarelle allestite per questa splendida iniziativa; le
troverete a Chiaia, Posillipo, nel centro Storico e a
Soccavo.Attrazioni e Luoghi di Interesse da visitare a
Pasqua

Il lungo fine settimana pasquale a
Napoli è all’insegna dell’arte. I musei saranno aperti ai
visitatori che potranno trovare le mostre e i monumenti storici più
interessanti. Capolavori dell’architettura come l’ottocentesca
Certosa di San Martino, il medievale Castel Sant’Elmo, il Museo
Duca di Martina con la sua collezione di arti figurative, e infine il
Museo Pignatelli, splendida villa monumentale sulla riva di Chiaia.

Gli amanti della scienza potranno
approfittare dell’apertura del più grande planetario 3D in Italia,
all’interno della Città della Scienza. Mirabile la riproduzione
della volta celeste e degli elementi astronomici dell’universo.

A Pasquetta generalmente si sta
all’aria aperta. A Napoli potrete scegliere tra la spiaggia e il
verde. Se scegliete la seconda opzione non perdetevi un pomeriggio di
relax nel Bosco di Capodimonte. È il più grande parco di Napoli,
grazie ai suoi 134 ettari. Grandi viali vi consentiranno di
raggiungere il settecentesco palazzo reale. Addentrandosi nel bosco
scoprirete una natura selvaggia ricca di castagni e una fauna
impensabile se si considera che siamo in una metropoli.